Intermediari assicurativi e cyber risk: tra opportunità commerciali e rischi operativi una lettura della lettera al mercato dell’IVASS

Un nuovo modello nel brokeraggio assicurativo: Willis Italian Network, un’alleanza vincente
Aprile 23, 2018
Autonomi, anche “coperti”
Aprile 23, 2018

Intermediari assicurativi e cyber risk: tra opportunità commerciali e rischi operativi una lettura della lettera al mercato dell’IVASS

E’ uno scenario in chiaroscuro quello che emerge dalla indagine conoscitiva IVASS dello scorso luglio che ha poi dato origine alla importantissima lettera al mercato di IVASS del 29/12/2017 su Intermediari e Cyber Risk: ne ripercorriamo i passaggi per coglierne la portata, concretamente operativa, per Agenti e Broker.

Il primo dato che emerge, se vogliamo scontato, è il divario tra piccoli e grandi intermediari: questi ultimi, infatti, spesso riconducibili anche a primari players multinazionali, risultano più sensibili (perchè più strutturati e con maggiori risorse finanziarie ed umane alla gestione delle problematiche di Cyber Risk e Data Protection) alle due problematiche.

Il secondo dato è la maggior sensibilità, sui due temi, dei Broker rispetto agli Agenti.

Il terzo dato significativo riguarda l’approccio della Vigilanza IVASS che, di fronte alla peculiarità della struttura intermediativa e alle sue differenze interne sia dimensionali che organizzative (principio di proporzionalità), interviene non con delle direttive vincolanti ma con convinti “suggerimenti” volti a favorire un “rapido ed efficace processo di autovalutazione ed autocorrezione”.

Continua a leggere -> clicca qui

cyber-risk